x

Il sito www.lalepreedizioni.com utilizza cookies tecnici e consente l’invio di cookies di "terze parti".

Per maggiori informazioni sull’uso dei cookies, cliccare qui INFORMATIVA ESTESA.

Si informa che la prosecuzione della navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso comporta la prestazione del consenso all’uso dei cookie.

la lepre edizioni la lepre edizioni
Ricerca veloce
Facebook
Twitter
YouTube
articoli e recensioni
IL NIDO DELLA FENICE
IL NIDO DELLA FENICE
Collana: Fantastico italiano
ISBN: 978-88-96052-59-4
Pagine: 320
Data di pubblicazione: 15 marzo 2012
 
Il nido della fenice
mucchiodossa.com, 15 Maggio 2012
Siamo nel 2086. La conformazione geologica del pianeta Terra, a causa di intensi disastri naturali, è totalmente sconvolta. L’Italia è diventata una serie di piccole isole separate fra loro, Roma è sommersa dall’acqua e il sud è una sorta di arcipelago. Tra l’oceano Pacifico e l’Atlantico naviga New World, una piattaforma supertecnologica protetta da un sistema di satelliti, uno scudo in grado di controllare l’intero pianeta. Saladino Rizzitano, carabiniere in pensione di origini nord africane, aiutato da un fido ed estroso collaboratore, Sandro Zac, si ritrova costretto a indagare su uno strano e inquietante omicidio rituale avvenuto nella sua Pantelleria. Un bambino arso vivo come nel romanzo Salambò di Flaubert viene ritrovato su uno scoglio. Ma c’è di più. Il mondo è suddiviso fra cittadini di fascia A, gli umani, che di fatto governano, e gli altri, quelli modificati geneticamente e a cui vengono impiantati microchip sottocutanei dalla nascita. Ma com’è possibile che il bambino ritrovato morto abbia il DNA del Governatore di New World (morto da poco) e pochi giorni dopo viene ritrovata uccisa, sempre a Pantelleria (ma in una villa) quella che apparentemente sembra essere sua moglie che in realtà le notizie ufficiali danno saldamente a capo del governo?

Il thriller di De Pascalis intitolato “Il nido della Fenice” (La Lepre Edizioni), stavolta esce dai tempi antichi, dalla Roma pagana e magica, e si proietta verso un futuro non necessariamente impossibile per il pianeta (fra armi laser, olopad come mezzi di comunicazione e androidi asserviti al potere). Con un linguaggio meno sintetico rispetto ai suoi ultimi lavori, lo scrittore abruzzese ci trascina in una ricerca incalzante di quella chiave che potrebbe sconvolgere ulteriormente l’equilibrio di New World, una chiave custodita appunto nel nido della Fenice. Lo fa mettendo vicini personaggi eterogenei: oltre all’inquieto ma a volte scherzoso protagonista Saladino, c’è il fascinoso e dandy Sandro Zac che cita in continuazione le poesie del premio nobel Seferis e di altri poeti del passato, e che conosce a menadito Flaubert e per questo risulterà utilissimo alle indagini; e poi ci sono l’intraprendente carabiniere Clara ma soprattutto la dolcissima bambina Valerie che il gruppo si ritrova come una piccola sorpresa sull’isola in seguito a un naufragio; bimba che sconvolgerà il gruppo coi suoi poteri e le sue visioni profetiche. Soprattutto che, una volta rapita, condurrà tutta la vicenda fino alla Rocca di Gibilterra per un motivo che ovviamente non sveleremo. Il nido della Fenice, con la sua atmosfera giocosamente apocalittica (in questo nuovo mondo fra le altre cose la droga più diffusa si chiama sys fader, ed è un microprocessore capace di stimolare le zone cerebrali del piacere) conferma le grandi doti di costruttore di storie di De Pascalis e ce lo presenta sotto una veste, quella della fantascienza, con cui l’autore aveva esordito negli anni’60; genere che gli valse la pubblicazione negli Stati Uniti e l’apprezzamento in Francia e in Germania e di cui in Italia (Urania a parte) si risente fortemente un gran bisogno.

 
http://www.mucchiodossa.com/component/content/article/125-by-adriano-angelini-sut.html

 
Adriano Angelini
  Note Legali | Dati Societari La Lepre Edizioni S.r.l. P.IVA 09643191001 Policy Privacy | Informativa Cookie